Come la “SASE” sta stravolgendo la cybersecurity nell’era del cloud

Condividi il post

Alcuni dei titoli della cybersecurity con le migliori performance del 2023, come Palo Alto Networks (PANW) e Zscaler (ZS) hanno una cosa in comune: un tema caldo emerso durante l’emergenza Covid che ha portato all’espansione del cloud computing. Il Secure Access Service Edge, o “SASE”, è decollato mentre le aziende facevano fatica a mantenere sicure le loro reti aziendali dopo l’improvviso passaggio al lavoro da remoto durante le chiusure per la pandemia.

 

L’era dell’isolamento è finita e la maggior parte delle aziende ha richiamato ” a rapporto” i suoi manager e dipendenti, ma il lavoro a distanza e il SASE sono ancora argomenti forti.


Come ha dichiarato Neil MacDonald, analista di Gartner “È un mercato in rapida crescita. È per questo che si vedono così tante aziende che vi entrano. Sta rapidamente diventando uno spazio affollato perché c’è da guadagnare”.

 

Che cos’è SASE?

 

Il SASE rappresenta una soluzione per affrontare una problematica nel settore del cloud computing.

 

Con un crescente numero di applicazioni e carichi di lavoro aziendali che vengono eseguiti su piattaforme cloud distribuite, gestite da giganti come Amazon (AMZN), Microsoft (MSFT) e Google (GOOGL), la sicurezza informatica è diventata più impegnativa e costosa. In questo contesto, il SASE offre un approccio più rapido ed economico per la protezione delle reti organizzative.

 

A lungo termine, il SASE riceverà un impulso ulteriore grazie a una nuova forma di cloud computing nota come edge computing. Quest’ultimo estende i servizi cloud più vicino al luogo in cui i dati vengono generati, come sensori o altri dispositivi. Con l’aumento delle applicazioni di edge computing, come le auto a guida autonoma, l’obiettivo è elaborare e analizzare i dati localmente in tempo reale, pur rimanendo connessi alla nuvola di Internet.

 

Il SASE coinvolge due tecnologie critiche: il Bordo del Servizio di Sicurezza (SSE) e il Software-Defined Wide-Area Networking (SD-WAN). Il SSE mira a creare un sistema di sicurezza unificato per la rete, con Zscaler come dominante fornitore. D’altra parte, l’SD-WAN si concentra sulla manutenzione di una rete efficiente e sicura, sostituendo i servizi di telecomunicazione privati per le filiali.

 

Analisti come quelli di Gartner sottolineano la sinergia tra SASE e il modello “zero trust”, che verifica l’identità degli utenti della rete e gestisce l’accesso alle applicazioni. Il mercato SASE è in crescita, con una stima del 35% nel 2023, raggiungendo i 9 miliardi di dollari, e si prevede una crescita media annua del 30% fino al 2027.

 

I principali attori di SASE includono Cisco Systems (CSCO), Cloudflare (NET), Juniper Networks (JNPR) e Akamai Technologies (AKAM). Palo Alto Networks, Microsoft e alcune startup, tra cui Netskope e Versa Networks, stanno emergendo come protagonisti.

 

La battaglia per le quote di mercato nel settore SASE è appena iniziata, con aziende come Palo Alto Networks che sfruttano la loro leadership nei firewall di nuova generazione. Microsoft è in ascesa, e il mercato è destinato a crescere, offrendo opportunità significative per gli investitori.

Se possiedi azioni del Cloud e Cybersecurity o stai cercando di possederle, ti invitiamo a partecipare ai nostri webinar settimanali TP Future Insight R.A.P.T.OR., che si tengono ogni LUNEDì alle 19:00 e nei quali condividiamo tutte le posizioni in portafoglio, prezzi di ingresso, stop loss e gestione oltre che a un corso completo per prendere decisioni di trading indipendenti e senza bias in promozione fino a stasera se prendi appuntamento con uno dei nostri tutor.
Il Trend Positioning Research Institute è largamente esposto sui titoli migliori della cyber security e AI li ha condivisi per i membri R.A.P.T.OR. qui. Per ulteriori ricerche approfondite da parte di Gian, tra cui approfondimenti giornalieri e settimanali sulle posizioni azionarie che il TPRI possiede, lascia i tuoi dati qui.

Iscriviti alla Newsletter

  • Azioni da tenere d’occhio
  • Analisi di mercato settimanali
  • Analisi dei temi più caldi del momento

Ottieni il tuo Bonus

Inserisci i dati qua sotto e
accedi al corso Trader Maximo

  • Perché NON devi essere un “risparmiatore” (e perché invece devi essere moralmente orgoglioso di speculare)
    Pagina 12
  • È possibile battere i mercati per noi comuni mortali? (Spoiler: il mercato è una media di titoli che hanno risultati diversi, quindi… almeno metà di quei titoli lo sta già battendo!!)
    Pagina 22
  • Perché NON ha alcun senso investire in ETF se vuoi sovra-performare il mercato
    Pagina 17
  • La differenza tra Value Stock e Growth Stock e perché devi tradare esclusivamente queste ultime se vuoi generare rendimenti da capogiro sui mercati.
    Pagina 160
  • L’incontro del tutto casuale che ha stravolto la mia vita da Trader
    Pagina 97
  • Come staccarti dal 99% dei trader che perde soldi a causa della natura umana
    Pagina 52
  • Trading e Psicologia: come governare l’emotività per gestire con freddezza siberiana le tue posizioni a mercato.
    Pagina 57
  • I 7 grandi errori da non commettere MAI quando fai trading (ci sei incappato anche tu, è quasi matematico: da adesso in poi non lo farai MAI PIÙ)
    Pagina 62
  • Perché l’Analisi Fondamentale fine a se stessa è “l’occasione sprecata” da sempre di tutto il trading
    Pagina 79
  • Il motivo per cui l’Analisi Tecnica (fine a se stessa) NON funziona (non è la stessa cosa se davanti al portiere ci vado io o Cristiano Ronaldo…)
    Pagina 91
  • I Mostri Sacri del Trading che mi hanno guidato nella creazione del Trend Positioning (non si tratta di Warren Buffet o Ray Dalio)
    Pagina 112
  • L’essenza del Trend Positioning: la “teoria del tutto” della comprensione dei mercati finanziari
    Pagina 146
  • Il protocollo R.A.P.T.OR: i 5 passi per scovare i titoli dal DNA esplosivo e tradarli al Top
    Pagina 148
  • Le 7 forze che consentono di mappare il DNA delle aziende che hanno il potenziale giusto per esplodere al rialzo e diventare degli outlier
    Pagina 149
  • Qual è l’unico ciclo di mercato in cui DEVI possedere i titoli azionari
    Pagina 144
  • Perché esistono i Pattern e come riconoscerli per comprare titoli pronti a decollare verso la Luna.
    Pagina 165
  • Come ho scovato ZOOM prima che fosse Zoom, con 6 mesi di anticipo sul resto del mondo.
    Pagina 357
  • Perché il mantra “investi su ciò che conosci” è l’errore numero uno di ogni trader.
    Pagina 157
  • Come riconoscere il trend e cavalcarlo fino alla fine, guadagnando rendimenti percentuali a tripla cifra.
    Pagina 164
  • Due parametri chiave per scartare i titoli spazzatura in pochi secondi.
    Pagina 187
  • La Forza Relativa: Il vantaggio più importante del Trend Positioner per riconoscere a colpo d’occhio i veri titoli leader di mercato (i così detti outlier).
    Pagina 158
  • Specific Buy Point – gli occhiali a raggi X per vedere quando gli operatori istituzionali hanno deciso di investire pesantemente in un titolo
    Pagina 188 e 372
  • Gli indicatori proprietari per ingressi a prova di scimmia. Con questi non puoi sbagliare.
    Pagina 370
  • Money Management: quanto capitale dedicare a ogni titolo azionario e come contenere il rischio di ogni singolo trade. Tradare le Growth Stock non è affatto più rischioso di altri investimenti.
    Pagina 195
  • I Segnali inequivocabili di vendita che URLANO quando devi uscire fuori dal mercato.
    Pagina 374
  • Cosa hanno in comune l’ossessione del più grande Marketer di tutti i tempi e i titoli che vogliamo mettere in portafoglio
    Pagina 207
  • La storia si ripete: entra nel “laboratorio analisi” del TPRI e impara a riconoscere il DNA degli outlier, con ben 68 casi reali
    Pagina 214