Come Ozempic ha trasformato Novo Nordisk in un’azienda da 400 miliardi di dollari

Condividi il post

L’utilizzo di Ozempic è in aumento. Questo potrebbe essere un grande vantaggio per questo titolo azionario.

 

Con l’aumento delle prescrizioni di farmaci a base di semaglutide, tra cui Wegovy e Ozempic, i venditori di alimenti si trovano sempre più spesso a dover rispondere a domande sulla possibilità di un cambiamento significativo nel modo – o nella quantità – di mangiare delle persone.

 

Ma potrebbero offrire un grande vantaggio per alcune aziende del biotech.

 

I farmaci, sempre più diffusi, agiscono generalmente riducendo l’appetito dei pazienti e si prevede che a d almeno l’1,7% della popolazione americana verrà prescritto un farmaco a base di semaglutide nel 2023 – con un aumento di 40 volte negli ultimi cinque anni – ciò potrebbe comportare seri problemi per l’industria alimentare.

 

Per ora, sembra che l’industria alimentare stia pensando a questi farmaci come alle mode alimentari: Tenendo d’occhio il comportamento dei consumatori e pensando a come capitalizzare le tendenze. Secondo alcuni analisti del settore, però, potrebbero dover prendere l’ascesa di questa classe di farmaci più seriamente delle diete di tendenza.

 

Il produttore danese di farmaci Novo Nordisk ($NVO) è entrata in un nuovo capitolo della sua storia centenaria, grazie al ritrovato successo di due prodotti: Ozempic e Wegovy.

Si tratta di farmaci iniettabili una volta alla settimana di semaglutide, prescritto per il diabete di tipo 2 e per la perdita di peso.

 

Il prezzo delle azioni di Novo Nordisk è più che quadruplicato negli ultimi cinque anni, rendendola l’azienda più grande d’Europa per capitalizzazione di mercato.

 

Secondo la società di analisi Trilliant Health, negli ultimi tre mesi del 2022 gli operatori sanitari statunitensi hanno scritto più di 9 milioni di ricette per Ozempic, Wegovy e altri farmaci per il diabete e l’obesità.

Fra questi, alla fine del 2022, Ozempic rappresentava oltre il 65% delle prescrizioni totali.

 

E da lì in poi non ha fatto che aumentare: nei primi sei mesi del 2023, le vendite di Ozempic e Wegovy sono aumentate rispettivamente del 58% e del 363%.

 

La nuova “penicillina”

 

Novo Nordisk non voleva creare un altro farmaco per la perdita peso, ma come per la penicillina, è stato quasi un caso. Un effetto collaterale  emerso studiando farmaci alcuni farmaci che mimano il comportamento della molecola GLP-1, una molecola che regola i livelli di zucchero, insula e sopprime la sensazione di appettito.

 

I trattamenti di Novo Nordisk non sono gli unici trattamenti GLP-1 disponibili, ma sono gli unici prodotti a base di semaglutide attualmente sul mercato statunitense, in quanto l’azienda detiene un brevetto fino al 2032.

 

E questo è il motivo per cui pensiamo che abbia un vantaggio copetitivo rispetto alle concorrenti.

 

Eli Lilly ($LLY), concorrente diretta, ha sviluppato un proprio farmaco GLP-1, la tirzepatide, commercializzata con il nome di Mounjaro, e altre aziende, come Pfizer, stanno creando i propri farmaci iniettabili e sembrano più efficaci dei loro competitor a base di semaglutide. Ma Mounjaro non è ancora approvato dalla Food and Drug Administration (FDA), approvazione che potrebbe arrivare a fine 2023 o nel 2024.

 

Ma non è finita qui…

 

Novo Nordisk ha dichiarato martedì che interromperà prima del previsto un trial che studia Ozempic per il trattamento dell’insufficienza renale nei pazienti affetti da diabete, poiché da un’analisi ad interim è risultato chiaro che il trattamento avrebbe avuto enorme successo.

 

Novo ha dichiarato che la sperimentazione sarà interrotta con quasi un anno di anticipo sulla base di una raccomandazione del comitato indipendente di monitoraggio dei dati che supervisiona lo studio. I monitoraggi indipendenti possono raccomandare l’interruzione anticipata di una sperimentazione se vi sono prove evidenti che un farmaco avrebbe avuto successo o fallito sulla base di analisi intermedie.

 

Le azioni Novo quotate negli Stati Uniti sono salite del 2,5% in pre-market nella giornata di martedì 10 Ottobre 2023.

 

La casa farmaceutica danese ha dichiarato che la sperimentazione sta testando se il farmaco per il diabete, ampiamente utilizzato e contenente il principio attivo semaglutide, possa ritardare la progressione della malattia renale cronica e ridurre il rischio di morte per problemi renali e cardiaci.

 

Emily Field, analista di Barclays, ha dichiarato in una nota che la decisione della società afferma l’opinione che gli agonisti del recettore GLP-1 come Ozempic hanno “benefici terapeutici che vanno ben oltre il loro scopo originario”.

 

 

Il futuro

 

Si stima che solo la vendita dell’Ozempic possa essere un’industria da 200 o 300 miliardi di dollari.

 

Novo Nordisk ha oggi una capitalizzazione di 419.8 miliardi, più del PIL totale della Danimarca (405.6 miliardi).

 

Siamo davanti a un’altra grande rivoluzione dell’industria farmaceutica e, chissà, a una grande opportunità per trader e investitori azionari.

 

E noi come Trend Positioning siamo pronti a cavalcarla.

Iscriviti alla Newsletter

  • Azioni da tenere d’occhio
  • Analisi di mercato settimanali
  • Analisi dei temi più caldi del momento

Ottieni il tuo Bonus

Inserisci i dati qua sotto e
accedi al corso Trader Maximo

  • Perché NON devi essere un “risparmiatore” (e perché invece devi essere moralmente orgoglioso di speculare)
    Pagina 12
  • È possibile battere i mercati per noi comuni mortali? (Spoiler: il mercato è una media di titoli che hanno risultati diversi, quindi… almeno metà di quei titoli lo sta già battendo!!)
    Pagina 22
  • Perché NON ha alcun senso investire in ETF se vuoi sovra-performare il mercato
    Pagina 17
  • La differenza tra Value Stock e Growth Stock e perché devi tradare esclusivamente queste ultime se vuoi generare rendimenti da capogiro sui mercati.
    Pagina 160
  • L’incontro del tutto casuale che ha stravolto la mia vita da Trader
    Pagina 97
  • Come staccarti dal 99% dei trader che perde soldi a causa della natura umana
    Pagina 52
  • Trading e Psicologia: come governare l’emotività per gestire con freddezza siberiana le tue posizioni a mercato.
    Pagina 57
  • I 7 grandi errori da non commettere MAI quando fai trading (ci sei incappato anche tu, è quasi matematico: da adesso in poi non lo farai MAI PIÙ)
    Pagina 62
  • Perché l’Analisi Fondamentale fine a se stessa è “l’occasione sprecata” da sempre di tutto il trading
    Pagina 79
  • Il motivo per cui l’Analisi Tecnica (fine a se stessa) NON funziona (non è la stessa cosa se davanti al portiere ci vado io o Cristiano Ronaldo…)
    Pagina 91
  • I Mostri Sacri del Trading che mi hanno guidato nella creazione del Trend Positioning (non si tratta di Warren Buffet o Ray Dalio)
    Pagina 112
  • L’essenza del Trend Positioning: la “teoria del tutto” della comprensione dei mercati finanziari
    Pagina 146
  • Il protocollo R.A.P.T.OR: i 5 passi per scovare i titoli dal DNA esplosivo e tradarli al Top
    Pagina 148
  • Le 7 forze che consentono di mappare il DNA delle aziende che hanno il potenziale giusto per esplodere al rialzo e diventare degli outlier
    Pagina 149
  • Qual è l’unico ciclo di mercato in cui DEVI possedere i titoli azionari
    Pagina 144
  • Perché esistono i Pattern e come riconoscerli per comprare titoli pronti a decollare verso la Luna.
    Pagina 165
  • Come ho scovato ZOOM prima che fosse Zoom, con 6 mesi di anticipo sul resto del mondo.
    Pagina 357
  • Perché il mantra “investi su ciò che conosci” è l’errore numero uno di ogni trader.
    Pagina 157
  • Come riconoscere il trend e cavalcarlo fino alla fine, guadagnando rendimenti percentuali a tripla cifra.
    Pagina 164
  • Due parametri chiave per scartare i titoli spazzatura in pochi secondi.
    Pagina 187
  • La Forza Relativa: Il vantaggio più importante del Trend Positioner per riconoscere a colpo d’occhio i veri titoli leader di mercato (i così detti outlier).
    Pagina 158
  • Specific Buy Point – gli occhiali a raggi X per vedere quando gli operatori istituzionali hanno deciso di investire pesantemente in un titolo
    Pagina 188 e 372
  • Gli indicatori proprietari per ingressi a prova di scimmia. Con questi non puoi sbagliare.
    Pagina 370
  • Money Management: quanto capitale dedicare a ogni titolo azionario e come contenere il rischio di ogni singolo trade. Tradare le Growth Stock non è affatto più rischioso di altri investimenti.
    Pagina 195
  • I Segnali inequivocabili di vendita che URLANO quando devi uscire fuori dal mercato.
    Pagina 374
  • Cosa hanno in comune l’ossessione del più grande Marketer di tutti i tempi e i titoli che vogliamo mettere in portafoglio
    Pagina 207
  • La storia si ripete: entra nel “laboratorio analisi” del TPRI e impara a riconoscere il DNA degli outlier, con ben 68 casi reali
    Pagina 214