I rendimenti cumulativi del portafoglio TP Research doppiano il Mercato dopo un difficile 2022-2023

Condividi il post

L’istituto di ricerca e portafogli a gestione attiva annuncia il suo rendimento cumulativo rispetto al mercato e ai portafogli istituzionali all-growth.

Scegliere prodotti a basso costo come gli ETF è un’ottima scelta di risparmio. Tuttavia, in termini di rendimenti, per chi vuole investimenti a basso rischio e alto rendimento potrebbero non essere la scelta migliore.

Dopo 3 anni di portafoglio RAPTOR abbiamo deciso di fare il punto della situazione.


PS: i rendimenti sono reali e contestabili da qualunque dei nostri clienti che è con noi dal 2021. Le operazioni in Real Time e la loro gestione comprensiva si prezzi di acquisto, allocazione e vendita sono inserite direttamente da un cliente del TP Research per la più totale trasparenza. PPS: Questi risultati sono stati verificati in modo indipendente e dimostrano che il TP Research ha mantenuto la sua leadership nella costruzione di portafogli in azioni growth disruptive. Per maggiori dettagli consultare il sito web del Trend Positioning Research. Le cifre indicate non includono i dividendi o le commissioni.

  • I rendimenti cumulativi del TP Research del 72,97% hanno più che doppiato il mercato dal 2021 al 2023 con una sovraperformance del 53,09%.
  • La performance del TP Research nel triennio 2021-2023 (72,97%) ha sovraperformato quella del portafoglio istituzionale all-growth ARKK (-58,03%).
  • La sovraperformance annualizzata relativa del TP Research nel triennio 2021-2023 ha battuto il mercato facendo ben il 141% meglio con un drawdown massimo del 7,75% rispetto al 34,70% medio del mercato.
  • Dall’inizio, il TP Research ha un vantaggio sui portafogli growth istituzionali di ben il 131%.

Il motivo per cui ci siamo riusciti è che siamo andati cash in modalità di protezione capitale (MPC) a Gennaio 2022, il che ci ha aiutato a mettere a segno una forte rimonta alla fine di quest’anno. Oltre alla MPC, abbiamo adottato un approccio difensivo per quasi 2 anni che comprendeva la gestione attiva degli short e dei long attraverso il taglio immediato delle perdite. Per questi motivi nel trimestre Ottobre-Dicembre 2022 abbiamo affrontato un numero elevato di stop loss, pur mantendendo il drawdown massimo al 7,75%.
 
In pratica il nostro drawdown massimo nel triennio è il rendimento medio annualizzato del mercato.
 
Nel 2023 le difficoltà non sono diminuite, anzi, e con un rally di mercato guidato esclusivamente dalle magnifiche 7, le opportunità nel resto del mercato in continua rotazione ci hanno impedito di posizionarci strategicamente per più di 2-3 giorni di fila.
 

Il che è stato frustrante. Poi con un perfetto timing ci siamo posizionati sui titoli leader e con allocazioni tra le più elevate del triennio nel terzo trimestre del 2023, con guadagni di oltre il 20% rispetto al drawdown iniziale.
Il TPRI è noto per la scelta accurata delle allocazioni come importante strumento di gestione del rischio e la scelta dei migliori titoli in ogni momento.
 

L’analista a capo dell’analisi dei mercati, dei temi e dei titoli growth, Gian Massimo Usai (me stesso), vanta un’esperienza decennale nell’analisi dei settori e temi growth.
La mia ricerca approfondita ha aiutato la società a costruire i portafogli con le sue allocazioni più elevate nel complesso settore tecnologico, in particolare nel cloud e cybersecurity all’interno dei software che è stato uno dei settori Top 10 con le migliori performance nel 2022 e 2023.
 
Nella nostra newsletter gratuita, ho formulato delle analisi rialziste sul settore cloud e del Bitcoin che hanno visto titoli come MARA, COIN e RIOT crescere fra l’80% e il 100% in poche settimane e il focus sulla Blockchain, l’AI in generale (che comprende divrsi settori chiave discussi il lunedì nei TP FUTURE INSIGHTS riservati ai clienti RAPTOR) rimangono fra le prime posizioni di interesse del TP Research.
 
Il TP Research deve il suo vantaggio sui portafogli anche all’analisi fondamentale. Il capo dell’analisi fondamentale, Efisio Garau, gestisce attivamente il portafoglio RAPTOR di lungo termine in tempo reale, fornendo ai clienti analisi macroeconomiche settimanali e analisi fondamentali sulle aziende che intendiamo mettere in portafoglio per il lungo temrine mostrando dove il TP Research intende acquistare e vendere le posizioni chiave.
 
Efisio è noto per la sua esperienza in banca d’investimento con un track record accdemico quasi perfetto. Questo ha portato il TP Research a sposare sempre più un approccio di investimento più che di trading puro basato solo sulla Price Action, e preferire la due diligence sulle single azioni.
 
Dato che il 2022 e il 2023 hanno distrutto più ricchezza di qualsiasi altro periodo della storia moderna, non si può sopravvalutare la nostra capacità di battere il Nasdaq, l’SP500, i portafogli all-growth e qualsiasi portafoglio diversificato a basso rischio su base cumulativa. La maggior parte dei nostri concorrenti non può dire lo stesso. La nostra performance riflette la nostra capacità di sovraperformare in qualsiasi condizione di mercato.
 
Non è negli anni migliori che un team si distingue, ma piuttosto di fronte alle avversità e la nostra sovraperformance ha portato a rendimenti cumulativi eccezionali per il nostro settore. Siamo certi che coloro che sono alla ricerca di una risorsa di qualità nel settore growth prenderanno nota della nostra capacità di superare altri portafogli sia nei mercati in rialzo che in quelli in ribasso.
 
Grazie a tutti e Buon 2024.

Gian e tutto il team TP Research,

pronti per un 2024 dove daremo il nostro meglio per confermare questi numeri e cambiare per sempre le regole del gioco.

I membri RAPTOR ricevono aggiornamenti per le nostre entrate e analisi tecniche approfondite dall’Head of Fundamental Analysys Efisio Garau e da Gian Massimo Usai, Lead Theme and Technical Analyst. Per saperne di più, clicca qui.

– Gian

Iscriviti alla Newsletter

  • Azioni da tenere d’occhio
  • Analisi di mercato settimanali
  • Analisi dei temi più caldi del momento

Ottieni il tuo Bonus

Inserisci i dati qua sotto e
accedi al corso Trader Maximo

  • Perché NON devi essere un “risparmiatore” (e perché invece devi essere moralmente orgoglioso di speculare)
    Pagina 12
  • È possibile battere i mercati per noi comuni mortali? (Spoiler: il mercato è una media di titoli che hanno risultati diversi, quindi… almeno metà di quei titoli lo sta già battendo!!)
    Pagina 22
  • Perché NON ha alcun senso investire in ETF se vuoi sovra-performare il mercato
    Pagina 17
  • La differenza tra Value Stock e Growth Stock e perché devi tradare esclusivamente queste ultime se vuoi generare rendimenti da capogiro sui mercati.
    Pagina 160
  • L’incontro del tutto casuale che ha stravolto la mia vita da Trader
    Pagina 97
  • Come staccarti dal 99% dei trader che perde soldi a causa della natura umana
    Pagina 52
  • Trading e Psicologia: come governare l’emotività per gestire con freddezza siberiana le tue posizioni a mercato.
    Pagina 57
  • I 7 grandi errori da non commettere MAI quando fai trading (ci sei incappato anche tu, è quasi matematico: da adesso in poi non lo farai MAI PIÙ)
    Pagina 62
  • Perché l’Analisi Fondamentale fine a se stessa è “l’occasione sprecata” da sempre di tutto il trading
    Pagina 79
  • Il motivo per cui l’Analisi Tecnica (fine a se stessa) NON funziona (non è la stessa cosa se davanti al portiere ci vado io o Cristiano Ronaldo…)
    Pagina 91
  • I Mostri Sacri del Trading che mi hanno guidato nella creazione del Trend Positioning (non si tratta di Warren Buffet o Ray Dalio)
    Pagina 112
  • L’essenza del Trend Positioning: la “teoria del tutto” della comprensione dei mercati finanziari
    Pagina 146
  • Il protocollo R.A.P.T.OR: i 5 passi per scovare i titoli dal DNA esplosivo e tradarli al Top
    Pagina 148
  • Le 7 forze che consentono di mappare il DNA delle aziende che hanno il potenziale giusto per esplodere al rialzo e diventare degli outlier
    Pagina 149
  • Qual è l’unico ciclo di mercato in cui DEVI possedere i titoli azionari
    Pagina 144
  • Perché esistono i Pattern e come riconoscerli per comprare titoli pronti a decollare verso la Luna.
    Pagina 165
  • Come ho scovato ZOOM prima che fosse Zoom, con 6 mesi di anticipo sul resto del mondo.
    Pagina 357
  • Perché il mantra “investi su ciò che conosci” è l’errore numero uno di ogni trader.
    Pagina 157
  • Come riconoscere il trend e cavalcarlo fino alla fine, guadagnando rendimenti percentuali a tripla cifra.
    Pagina 164
  • Due parametri chiave per scartare i titoli spazzatura in pochi secondi.
    Pagina 187
  • La Forza Relativa: Il vantaggio più importante del Trend Positioner per riconoscere a colpo d’occhio i veri titoli leader di mercato (i così detti outlier).
    Pagina 158
  • Specific Buy Point – gli occhiali a raggi X per vedere quando gli operatori istituzionali hanno deciso di investire pesantemente in un titolo
    Pagina 188 e 372
  • Gli indicatori proprietari per ingressi a prova di scimmia. Con questi non puoi sbagliare.
    Pagina 370
  • Money Management: quanto capitale dedicare a ogni titolo azionario e come contenere il rischio di ogni singolo trade. Tradare le Growth Stock non è affatto più rischioso di altri investimenti.
    Pagina 195
  • I Segnali inequivocabili di vendita che URLANO quando devi uscire fuori dal mercato.
    Pagina 374
  • Cosa hanno in comune l’ossessione del più grande Marketer di tutti i tempi e i titoli che vogliamo mettere in portafoglio
    Pagina 207
  • La storia si ripete: entra nel “laboratorio analisi” del TPRI e impara a riconoscere il DNA degli outlier, con ben 68 casi reali
    Pagina 214