La settimana dell’halving: Bitcoin a quota 1.000.000?

Condividi il post

Era il 10 Marzo quando uscì l’articolo del Barron’s che commentamo in una newsletter.
 
Forse eri già tra questi o forse sei nuovo, ma non è importante. Ciò che è importante è che avevamo allertato i nostri lettori con l’uscita di quella copertina su una potenziale pausa di mercato.

Le notizie sull’economia sono di nuovo buone notizie e i fondamentali delle aziende sono tornati a guidare il mercato. Tutto questo è un motivo più che sufficiente per rimanere investiti e rialzisti.
 

Erano state queste le parole dell’articolo all’interno del Barron’s.

L’ironia della sorte ha voluto che anche stavolta i media diventassero vittima di un pessimo timing.

 

Da quel momento infatti il mercato ha raggiunto il massimo di periodo che è stato superato solo il 21 di marzo senza però mai chiudere sopra i massimi raggiunti durante la settimana di questa copertina.

 

Quindi, come sempre, presta attenzione a quello che scriviamo in questa newsletter in modo da essere sempre allineato con il mercato.

 

Parliamo di temi.

 

È davvero difficile parlare di “temi caldi” in questo momento. Si tratta tuttavia della norma in un momento in cui il mercato sta rompendo per la prima volta livelli negativi, quindi serve ancora un pò di pazienza.

Se però dovessimo guardare le cose in maniera oggettiva senza troppe aspettative e sicuramente non con un approccio di scommessa c’è un tema che merita più focus di tutti gli altri, almeno questa settimana.

“Intorno” al 20 aprile infatti ci sarà l’halving del bitcoin, l’appuntamento quadriennale che vedrà un dimezzamento dell’offerta della criptovaluta per creare un effetto di scarsità che la rende simile all'”oro digitale”.

Solo pochi anni fa, il dimezzamento del bitcoin era celebrato solo dai primi amanti delle criptovalute, che lo consideravano una caratteristica fondamentale di un asset rivoluzionario e anti-establishment.

Oggi, il bitcoin è stato abbracciato dalle più grandi istituzioni di Wall Street, da Fidelity a Blackrock e continua ad attirare curiosi investitori privati a ogni ciclo.Da chi è entusiasta, a chi è perplesso, a chi non è impressionato, gli osservatori del mercato delle criptovalute sanno che questo dimezzamento è in arrivo e che deve significare qualcosa per il bitcoin.

 

 

Coinbase Global, Inc. fornisce infrastrutture e tecnologie finanziarie per la criptoeconomia negli Stati Uniti e a livello internazionale. L’azienda offre il principale conto trading nella criptoeconomia per i consumatori e un mercato con un pool di liquidità per le transazioni in criptovalute per le istituzioni.

$COIN non è nuova per i lettori di questa newsletter.

Parlammo di questo titolo già a novembre 2023 quando il titolo prezzava $109.25 e da allora il titolo è più che raddoppiato con un rendimento del 122%!

Ora il titolo si trova nuovamente in una contrazione dopo essere salito del 60% successivamente alla rottura di una cup with handle. Proiettando un altro potenziale rialzo con un ipotetico punto di ingresso sopra i $238.50 potremmo vedere un rialzo simile a quello precedente e andremmo esattamente sui massimi storici del titolo dove, chissà, forse avremo un altra opportunità.

PS: Come sempre questo NON è un consiglio di investimento e dovresti fare le tue analisi prima di prendere una decisione. Inoltre questi titoli potrebero essere o non essere all’interno dei nostri portafogli al momento della stesura di questo documento.

 

 
Altro titolo azionario potenziale protagonista di questa stagione è Robinhood che è ormai una vera e propria “novità” e sta diventando uno status symbol di giovani e meno giovani.

Abbiamo approfondito questo titolo durante il TP FUTURE INSIGHTS del lunedì con i nostri clienti R.A.P.T.OR.

Infatti ogni lunedì alle 19:00, il team del T/P Reasearch tiene un webinar per i membri R.A.P.T.OR. per discutere come navigare nel mercato in generale, nonché le operazioni di acquisto, gestione e vendita di azioni. Per saperne di più, clicca qui.


$HOOD sta creando una bellissima flag sul grafico settimanale dopo aver rotto una base lunga oltre 24 mesi e si tratta di un fantastico esempio di situazione di turnaround dove un titolo che ha sofferto un crollo legato a evidenti problemi di qualche tipo cambia qualcosa all’interno del proprio business che rappresenta una novità per gli investitori che decidono di premiare il titolo quasi a voler “perdonare” quanto successo in precedenza.

 

 

Ovviamente non si può parlare di bitcoin correlate senza parlare di Microstrategy.

L’azienda di Michael Saylor ora detiene 214.246 Bitcoin, ben l’1,02% dell’intera offerta del mercato Bitcoin a un prezzo medio di $33,706.00 e un investimento complessivo di 6,91 miliardi di dollari!!!

Anche $MSTR non è nuova ai lettori di questa newsletter, infatti trattammo i possibili buy point sempre a novembre 2023 e da allora il titolo è salito, considerando i suoi massimi, del 300%!

Anche in questo caso, nessun consiglio di investimento. Il titolo ha infatti bisogno di consolidare e di una situazione a basso rischio e alto rendimento dal punto di vista del setup e delle condizioni di mercato.

Da sottolineare che questi sono stati i moltiplicatori del prezzo del bitcoin post-halving:

– Secondo halving: x13,5
– Terzo halving: x8,5
– Quarto halving (proiezione): x5

L’attuale prezzo di $67.000 a bitcoin potrebbe raggiungere i 350.000 $ entro la fine dell’anno e i 400.000 $ entro la primavera del 2025 se il moltiplicatore dovesse essere corretto.

Entro il 2028, il quinto halving potrebbe portare il prezzo a 1 milione per BTC.

E con esso seguiranno potenzialmente titoli come quelli trattati in questa newsletter.

In ogni caso, come sempre, fai le tue analisi.

E se vuoi capire come noi affronteremo potenziali acquisti o aggiunte di posizione su titoli già in portafoglio correlati al bitocoin e descritti qua dentro, ogni lunedì alle 19:00, il team del T/P Reasearch tiene un webinar per i membri R.A.P.T.OR. per discutere come navigare nel mercato in generale, nonché le operazioni di acquisto, gestione e vendita di azioni. Per saperne di più, clicca qui.

 

Nota bene: TP Research conduce ricerche e trae conclusioni per il portafoglio aziendale. Condividiamo quindi queste informazioni con i nostri clienti. Questo non garantisce le prestazioni di un titolo e non costituisce un consiglio finanziario ma solo un’analisi a scopo di ricerca. Fai le tue ricerche prima di acquistare qualsiasi azione delle società menzionate in questa analisi.

 

Gian Massimo Usai
Lead Theme Analyst
Chief Executive Officer
Chief Investment Officer
 
Trend Positioning Research

Iscriviti alla Newsletter

  • Azioni da tenere d’occhio
  • Analisi di mercato settimanali
  • Analisi dei temi più caldi del momento

Ottieni il tuo Bonus

Inserisci i dati qua sotto e
accedi al corso Trader Maximo

  • Perché NON devi essere un “risparmiatore” (e perché invece devi essere moralmente orgoglioso di speculare)
    Pagina 12
  • È possibile battere i mercati per noi comuni mortali? (Spoiler: il mercato è una media di titoli che hanno risultati diversi, quindi… almeno metà di quei titoli lo sta già battendo!!)
    Pagina 22
  • Perché NON ha alcun senso investire in ETF se vuoi sovra-performare il mercato
    Pagina 17
  • La differenza tra Value Stock e Growth Stock e perché devi tradare esclusivamente queste ultime se vuoi generare rendimenti da capogiro sui mercati.
    Pagina 160
  • L’incontro del tutto casuale che ha stravolto la mia vita da Trader
    Pagina 97
  • Come staccarti dal 99% dei trader che perde soldi a causa della natura umana
    Pagina 52
  • Trading e Psicologia: come governare l’emotività per gestire con freddezza siberiana le tue posizioni a mercato.
    Pagina 57
  • I 7 grandi errori da non commettere MAI quando fai trading (ci sei incappato anche tu, è quasi matematico: da adesso in poi non lo farai MAI PIÙ)
    Pagina 62
  • Perché l’Analisi Fondamentale fine a se stessa è “l’occasione sprecata” da sempre di tutto il trading
    Pagina 79
  • Il motivo per cui l’Analisi Tecnica (fine a se stessa) NON funziona (non è la stessa cosa se davanti al portiere ci vado io o Cristiano Ronaldo…)
    Pagina 91
  • I Mostri Sacri del Trading che mi hanno guidato nella creazione del Trend Positioning (non si tratta di Warren Buffet o Ray Dalio)
    Pagina 112
  • L’essenza del Trend Positioning: la “teoria del tutto” della comprensione dei mercati finanziari
    Pagina 146
  • Il protocollo R.A.P.T.OR: i 5 passi per scovare i titoli dal DNA esplosivo e tradarli al Top
    Pagina 148
  • Le 7 forze che consentono di mappare il DNA delle aziende che hanno il potenziale giusto per esplodere al rialzo e diventare degli outlier
    Pagina 149
  • Qual è l’unico ciclo di mercato in cui DEVI possedere i titoli azionari
    Pagina 144
  • Perché esistono i Pattern e come riconoscerli per comprare titoli pronti a decollare verso la Luna.
    Pagina 165
  • Come ho scovato ZOOM prima che fosse Zoom, con 6 mesi di anticipo sul resto del mondo.
    Pagina 357
  • Perché il mantra “investi su ciò che conosci” è l’errore numero uno di ogni trader.
    Pagina 157
  • Come riconoscere il trend e cavalcarlo fino alla fine, guadagnando rendimenti percentuali a tripla cifra.
    Pagina 164
  • Due parametri chiave per scartare i titoli spazzatura in pochi secondi.
    Pagina 187
  • La Forza Relativa: Il vantaggio più importante del Trend Positioner per riconoscere a colpo d’occhio i veri titoli leader di mercato (i così detti outlier).
    Pagina 158
  • Specific Buy Point – gli occhiali a raggi X per vedere quando gli operatori istituzionali hanno deciso di investire pesantemente in un titolo
    Pagina 188 e 372
  • Gli indicatori proprietari per ingressi a prova di scimmia. Con questi non puoi sbagliare.
    Pagina 370
  • Money Management: quanto capitale dedicare a ogni titolo azionario e come contenere il rischio di ogni singolo trade. Tradare le Growth Stock non è affatto più rischioso di altri investimenti.
    Pagina 195
  • I Segnali inequivocabili di vendita che URLANO quando devi uscire fuori dal mercato.
    Pagina 374
  • Cosa hanno in comune l’ossessione del più grande Marketer di tutti i tempi e i titoli che vogliamo mettere in portafoglio
    Pagina 207
  • La storia si ripete: entra nel “laboratorio analisi” del TPRI e impara a riconoscere il DNA degli outlier, con ben 68 casi reali
    Pagina 214