Tech guidano i mercati ma gli investitori istituzionali prendono una pausa

Condividi il post


Analisi e Video Analisi del mercato azionario
15 Novembre 2021

Tech guidano i mercati ma gli investitori istituzionali
prendono una pausa

(Clicca sull'immagine qui sotto per vedere la video analisi)

⭕ Analisi del mercato: azionario USA

PANORAMICA

Passo falso del mercato nelle prime sessioni, addolcite poi da chiusure lontane dai minimi settimanali.

Il Dow ha perso lo 0.63%, il Nasdaq lo 0.96%, l’S&P500 lo 0.31%. Maglia nera il Russell2000 con un -1.04%. Nasdaq e S&P500 chiudono in rosso dopo ben cinque settimane consecutive in rialzo.

Il grafico di Tesla lascia intravedere un possibile supporto per i compratori dopo il sell-off dovuto alla cessione di alcune quote da parte del CEO Elon Musk. Trimestrale di Nvidia in arrivo Mercoledì notte.

Marciano spedite ASML, XPEV e SHOP.

Segnali di miglioramento per quanto riguarda la crisi dei chip, come possiamo vedere dall’output in aumento di F, GM e TM. Rimanendo nella manifattura auto, Rivian (RIVN) e Lucid (LCID) sotto osservazione nell’industria EV.

  • FINESTRA MACRO-GEOPOLITICA

L’inflazione continua a rimanere elevata negli USA. PPI e CPI sopra le attese e ai massimi da alcuni decenni. Il CPI in particolare ha toccato il +6.2%, il livello più elevato dal 1990, mentre il PPI il +8.6%, record dal 2010.

Tra i fattori chiave dietro questi numeri il rialzo dei prezzi dell’energia, delle auto, e i maggiori costi per stipendi e affitti. La combinazione di forte domanda e scarsa offerta, dovuta alla catena di fornitura globale inceppata, forza lavoro in calo e rialzo dei prezzi delle materie prime hanno spinto ulteriormente i prezzi verso l’alto.

 

  • ANGOLO DEGLI ETF

Fra gli ETF FFTY ha perso lo 0.9%, mentre BOUT è cresciuto dello 0.3%. Bene anche IGV (+1%) e SMH (+1.5%).

Positivi anche XME (+4.3%), PAVE (+1%), XHB (+3%), XLF (+0.3%). In rosso JETS (-5%) e XLE (-1.2%).

 

  • I PROTAGONISTI

SHOP: in una settimana difficile per molte growth, Shopify si è distinta per un movimento molto importante nella sessione del Venerdì, che ha rotto una trendline con alti volumi e il pivot classico sui $1650.10. Il titolo aveva mostrato una situazione simile a fine Ottobre, nonostante la trimestrale deludente. L’e-commerce non è certo un’industria particolarmente nuova ormai, ma sembra che il mercato stia apprezzando nomi presenti al suo interno. Graficamente sarebbe gradita la comparsa di una handle per digerire il rialzo di Venerdì.

ASML: il prezzo continua la costruzione di una cup con sbp sugli $896.03. Sul grafico daily è presente una potenziale handle con pivot sugli $857.05. ASML era stata venduta con volumi molto alti tra fine Settembre ed inizio Ottobre, mentre gli acquisti non sono stati così intensi sulla parte destra della base. Forza relativa lontana dai massimi storici.

XPEV: prezzo poco sotto i $50 dopo la rottura della base avvenuta Venerdì, che ha visto però una chiusura lontana dai massimi, segno di poca forza. Sul grafico weekly la situazione appare migliore grazie alla presenza di un upside reversal e della chiusura nella parte superiore del range. Xpeng svelerà un nuovo modello di SUV il 19 Novembre.

TSLA: -15% per Tesla e prezzo appena sotto la EMA21D. Il catalizzatore del sell-off è stata la notizia della  vendita del 10% della quota nell’azienda da parte del CEO Elon Musk, 170 milioni di titoli, e la vendita effettiva avvenuta Giovedì di 5 milioni di azioni, seguita da altre 1.2M Venerdì. Manca ancora parecchio a raggiungere i 17 milioni di pezzi promessi.

Il pullback in realtà non è certo arrivato all’improvviso in quanto il titolo era cresciuto per undici settimane consecutive. Il 4 Novembre Tesla aveva toccato il massimo storico fermandosi il 46.5% sopra la SMA50D. Venerdì il prezzo quotava con un più ragionevole +16.9% sopra lo stesso indicatore.

La SMA50D è inoltre salita fino agli $884.12, mentre la SMA10W a $895.3, avvicinandosi  all’sbp di una cup sui $900.50. Il superamento di questo livello potrebbe permettere alla media di svolgere il ruolo di supporto.

La National Highway Traffic Safety Administration sta  intanto investigando sul reclamo presentato da un guidatore di Model Y, che accusa il sistema FSD Beta di aver provocato un incidente.

L’azienda sta pianificando di espandere la capacità produttiva nel 2022. I rivali però non staranno a guardare e lanceranno nuovi modelli rendendo così il mercato U.S.A più competitivo.

L’IPO Rivian (RIVN) è cresciuta del 67% la scorsa settimana a $129.95. Il titolo era stato listato a $78.

NVDA: trimestrale in arrivo Mercoledì notte per Nvidia, con gli investitori che si aspettano ancora una volta dati positivi per il leader assoluto dell’industria del chip. La capitalizzazione pari a $750bn rende il titolo capace di impattare sul Nasdaq e su rivali come AMD in maniera rilevante.

 

  • ANALISI DEL TREND

Il rally di mercato ha risentito dei dati bollenti arrivati dal fronte inflazione e dai ritracciamenti di alcuni titoli leader come Tesla. Niente di tragico, anzi.

Il Nasdaq era ormai già esteso dalla SMA50D, e anche dall’S&P500 e dal Russell2000 erano arrivati alcuni segnali in tal senso.

Il pullback si è intensificato fino a Mercoledì, ma alla fine le quotazioni sono riuscite a rimbalzare chiudendo con perdite di poco conto.

Il Nasdaq si trova ora il 5% sopra la SMA50D, mentre il Nasdaq100 a +5.2%. La linea sulla sabbia del 6% non è lontana, quindi un nuovo ritracciamento a breve non appare improbabile.

In una situazione ideale vorremmo vedere gli indici muoversi lateralmente, dando la possibilità ai leader di formare handle, basi o trovare supporto sulle medie mobili chiave.

 

  • TRIMESTRALI

15/11/2021:

16/11/2021: SE, FUV

17/11/2021: NVDA, BIDU

18/11/2021: BABA, JD

19/11/2021:

 

  • COSA FARE?

Il pullback non ci ha colto di sorpresa, e alla fine gli indici hanno chiuso con perdite contenute.

Ora più che mai è tempo di analizzare il portafoglio, tagliando i trade “laggard”, dirottando le risorse su nuove opportunità che emergeranno dalla ripresa del rally.

 

AZIONARIO USA

Chiusura settimanale indici:

S&P500: -0.31%
Dow Jones: -0.63%
Nasdaq: -0.69%
Russell2000: -1.04%

 

  • TERMOMETRO TPRI

Il Fear&Greed Index scende a quota 83, indicando l’estrema avidità come sentiment prevalente. Una settimana fa il valore era pari a 85.

 

 

Divergenza $NAAR50 vs $COMP:  diminuzione della percentuale di titoli che prezzano   sopra la SMA50  rispetto alla settimana precedente, in linea con il calo dell’indice.

Put/Call Ratio=0.75 (vs 0.78): Indicatore contrarian che compara il numero totale delle put tradate giornalmente con quello delle call. Valori sopra 1.2 indicano possibili bottom, mentre valori estremamente bassi indicano l’accumulo di opzioni call da parte dei retail, e quindi una “eccessiva” euforia  con possibile ritracciamento in arrivo.

CBOE Volatility Index: 16.29

 

 

⭕ Percentuale Titoli > SMA200D 13/11/2021

La percentuale dei titoli S&P500 scambiati sopra la loro media mobile a 200 periodi è pari al 75.55%, sul Nasdaq100 il 70.00% dei titoli prezza sopra lo stesso indicatore, mentre sul NYSE la percentuale è pari al 65.56%.

 

⭕ Nuovi MAX 52 settimane 13/11/2021

Di seguito i titoli che hanno creato un nuovo massimo a 52 settimane, e stanno sovraperformando l’indice di riferimento S&P500.

Questi titoli mostrano una forza relativa maggiore rispetto all’indice e vanno quindi seguiti con attenzione in un’ottica long.

BATT

BUG

ETHE

FRHC

GUSH

HUT

LIT

SOXL

URA

URNM

EXPE

F

APA

CPE

MUR

TRGP

TSLX

EYPT

INVA

AER

AQUA

MARA

MLM

MWA

PWR

SUM

VMC

WAB

WMS

WSC

ALB

CCJ

GPRE

LAC

LTHM

TS

COR

AMBA

AMD

AOSL

BILL

FTNT

LSCC

MDB

NEWR

TSEM

XLNX

ZS

 

 

 

⭕ Market Leaders 13/11/2021

Passiamo ora alla lista di azioni filtrate con il criterio FnRzt: 


⭕ Asset allocation e analisi settoriale 13-11-2021

Asset Allocation

 

 

Forza e Momentum Settori S&P500

 

 

Value vs Growth

 


Value vs Growth  (size)

 

⭕Weekly Performance Settori & Top10 Industrie 13-11-2021

-Materials top sector con un RoC_5,D del +2.51%

-Consumer Discretionary bottom sector con un RoC_5,D pari a -3.19%

 


Analisi azioni: Top 10% Market Movers S&P500 12/11/2021

Iscriviti alla Newsletter

  • Azioni da tenere d’occhio
  • Analisi di mercato settimanali
  • Analisi dei temi più caldi del momento

Ottieni il tuo Bonus

Inserisci i dati qua sotto e
accedi al corso Trader Maximo

  • Perché NON devi essere un “risparmiatore” (e perché invece devi essere moralmente orgoglioso di speculare)
    Pagina 12
  • È possibile battere i mercati per noi comuni mortali? (Spoiler: il mercato è una media di titoli che hanno risultati diversi, quindi… almeno metà di quei titoli lo sta già battendo!!)
    Pagina 22
  • Perché NON ha alcun senso investire in ETF se vuoi sovra-performare il mercato
    Pagina 17
  • La differenza tra Value Stock e Growth Stock e perché devi tradare esclusivamente queste ultime se vuoi generare rendimenti da capogiro sui mercati.
    Pagina 160
  • L’incontro del tutto casuale che ha stravolto la mia vita da Trader
    Pagina 97
  • Come staccarti dal 99% dei trader che perde soldi a causa della natura umana
    Pagina 52
  • Trading e Psicologia: come governare l’emotività per gestire con freddezza siberiana le tue posizioni a mercato.
    Pagina 57
  • I 7 grandi errori da non commettere MAI quando fai trading (ci sei incappato anche tu, è quasi matematico: da adesso in poi non lo farai MAI PIÙ)
    Pagina 62
  • Perché l’Analisi Fondamentale fine a se stessa è “l’occasione sprecata” da sempre di tutto il trading
    Pagina 79
  • Il motivo per cui l’Analisi Tecnica (fine a se stessa) NON funziona (non è la stessa cosa se davanti al portiere ci vado io o Cristiano Ronaldo…)
    Pagina 91
  • I Mostri Sacri del Trading che mi hanno guidato nella creazione del Trend Positioning (non si tratta di Warren Buffet o Ray Dalio)
    Pagina 112
  • L’essenza del Trend Positioning: la “teoria del tutto” della comprensione dei mercati finanziari
    Pagina 146
  • Il protocollo R.A.P.T.OR: i 5 passi per scovare i titoli dal DNA esplosivo e tradarli al Top
    Pagina 148
  • Le 7 forze che consentono di mappare il DNA delle aziende che hanno il potenziale giusto per esplodere al rialzo e diventare degli outlier
    Pagina 149
  • Qual è l’unico ciclo di mercato in cui DEVI possedere i titoli azionari
    Pagina 144
  • Perché esistono i Pattern e come riconoscerli per comprare titoli pronti a decollare verso la Luna.
    Pagina 165
  • Come ho scovato ZOOM prima che fosse Zoom, con 6 mesi di anticipo sul resto del mondo.
    Pagina 357
  • Perché il mantra “investi su ciò che conosci” è l’errore numero uno di ogni trader.
    Pagina 157
  • Come riconoscere il trend e cavalcarlo fino alla fine, guadagnando rendimenti percentuali a tripla cifra.
    Pagina 164
  • Due parametri chiave per scartare i titoli spazzatura in pochi secondi.
    Pagina 187
  • La Forza Relativa: Il vantaggio più importante del Trend Positioner per riconoscere a colpo d’occhio i veri titoli leader di mercato (i così detti outlier).
    Pagina 158
  • Specific Buy Point – gli occhiali a raggi X per vedere quando gli operatori istituzionali hanno deciso di investire pesantemente in un titolo
    Pagina 188 e 372
  • Gli indicatori proprietari per ingressi a prova di scimmia. Con questi non puoi sbagliare.
    Pagina 370
  • Money Management: quanto capitale dedicare a ogni titolo azionario e come contenere il rischio di ogni singolo trade. Tradare le Growth Stock non è affatto più rischioso di altri investimenti.
    Pagina 195
  • I Segnali inequivocabili di vendita che URLANO quando devi uscire fuori dal mercato.
    Pagina 374
  • Cosa hanno in comune l’ossessione del più grande Marketer di tutti i tempi e i titoli che vogliamo mettere in portafoglio
    Pagina 207
  • La storia si ripete: entra nel “laboratorio analisi” del TPRI e impara a riconoscere il DNA degli outlier, con ben 68 casi reali
    Pagina 214