Gli orsi puniscono le small-cap

Condividi il post

⭕️ Analisi del mercato: Azionario USA

  • PANORAMICA DEL MERCATO

Gli orsi puniscono le small-cap, ampliando la divergenza a favore dei titoli ad alta capitalizzazione, che però stavolta non sono riusciti a mascherare la debolezza del breadth di mercato. Il Semaforo TPRI è così diventato rosso.

Il Nasdaq e l’S&P500 hanno toccato nuovi massimi storici grazie al supporto di Nvidia (NVDA), CrowdStrike (CRWD) e ASML (ASML).

I rendimenti dei Treasury sono scesi, nonostante l’aumento di venerdì dopo il report sull’occupazione, trovando supporto sulle medie mobili. I prezzi del petrolio sono diminuiti, ma si sono allontanati dai minimi a quattro mesi toccati di recente.

  • ANALISI DEGLI INDICI

Il mercato azionario ha iniziato il mese di giugno con tono positivo, nonostante il calo di venerdì dopo il report sull’occupazione di maggio migliore del previsto.

Il Nasdaq sta tradando ben al di sopra delle sue medie mobili, nonostante sia sceso dello 0,23% nell’ultima sessione della settimana. Ha registrato un robusto weekly guadagno del 2,4%, beneficiando dell’ottima performance di Nvidia, che ha in parte mascherato le debolezze del breadth di mercato.

L’S&P500 ha chiuso vicino ai massimi storici nonostante una flessione dello 0,11% per la giornata conclusiva. L’indice di riferimento è più dell’1% al di sopra della EMA21D,  grazie a un guadagno settimanale dell’1,32%. Il benchmark generalista ha chiuso in verde sei delle ultime sette settimane.

Il Dow Jones è sceso dello 0,22%, chiudendo esattamente sulla SMA50D, ma è cresciuto dello 0,29% per la settimana. 3M (MMM) è stato il titolo più forte durante la sessione di venerdì, mentre UnitedHealth (UNH) è stato il più debole.

Ma sono state le small-cap a soffrire di più, con il Russell2000 in calo dell’1,12% e al di sotto della SMA50D. Anche i titoli growth hanno faticato.

I titoli in rosso hanno superato quelli in verde di oltre 2 a 1 al NYSE e di quasi 3 a 1 al Nasdaq.

 

  • ANGOLO DEGLI ETF

FFTY (Innovator IBD50 ETF): +0,07%

BOUT (Innovator IBD Breakout Opportunities): -1,38%

IGV (iShares Expanded Tech-Software Sector ETF): +2,93%

SMH (VanEck Vectors Semiconductors ETF): +4,88%

ARKK (ARK Innovation ETF): +3,18%

ARKG (ARK Genomic Revolution ETF): +3,14%

XME (SPDR S&P Metals&Mining ETF): -6,16%

PAVE (Global X US Infrastructure Development ETF): -3,59%

JETS (US Global Jets ETF): -0,50%

XHB (SDPR S&P Homebuilders ETF): -3,41%

XLE (Energy Select SPDR ETF): -3,44%

XLF (Financial Select SPDR ETF): -0,38%

XLV (Health Care Select Sector SPDR Fund): +1,90%

 

  • I PROTAGONISTI

NVDA: il CEO di Nvidia, Jensen Huang, ha presentato in anteprima il chip Blackwell Ultra dell’azienda previsto per il 2025 e la piattaforma di chip di prossima generazione Rubin, prevista per il 2026 durante la Computex 2024. Lo split 10:1 è stato attuato dopo la chiusura di venerdì.

ASML: ASML è salita dopo la notizia della firma di un contratto con un importante cliente, Taiwan Semiconductor (TSM). La fonderia di chip TSMC ha acquistato il sistema di litografia a ultravioletti estremi ad alta apertura numerica di ASML. Queste macchine all’avanguardia costano circa 380 milioni di dollari ciascuna. Intel (INTC) ha già ricevuto un sistema EUV ad alta apertura numerica da ASML, che permette ai produttori di chip di realizzare transistor più piccoli con densità superiori a quelle possibili in precedenza.

CRWD: CrowdStrike ha comunicato che gli utili per azione rettificati del primo trimestre sono aumentati del 63%, mentre i ricavi, inclusi quelli derivanti da acquisizioni, sono cresciuti del 33%, raggiungendo i 921 milioni di dollari. Entrambi i risultati hanno superato leggermente le aspettative. Il ricavo annuo ricorrente, legato alla crescita dei servizi in abbonamento, è aumentato del 33%, raggiungendo i 3,65 miliardi di dollari, superando leggermente le previsioni. Il leader della cybersecurity ha aumentato leggermente la sua previsione di ricavi per l’intero anno, portandola a 3,993 miliardi di dollari, con un aumento del 31%.

 

  • FINESTRA MACRO-GEOPOLITICA

Il rapporto sull’occupazione di maggio, pubblicato venerdì, ha mostrato due volti diversi del mercato del lavoro.

Il sondaggio tra i datori di lavoro ha delineato il secondo mese più forte per assunzioni dell’ultimo anno. Le buste paga sono aumentate di 272.000 unità, superando le previsioni di 90.000. Anche i salari orari medi hanno superato le previsioni, aumentando del 4,1% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, i dati del sondaggio sulle famiglie hanno mostrato che il tasso di disoccupazione è salito al 4% per la prima volta da gennaio 2022. Il numero di lavoratori occupati è diminuito di 408.000 unità, con 250.000 persone che hanno abbandonato la forza lavoro. Crollate inoltre le posizioni full-time, mentre sono esplose quelle part-time.

All’inizio della settimana, i dati dell’ISM hanno mostrato che la contrazione del settore manifatturiero è peggiorata a maggio, mentre il settore dei servizi è tornato a una crescita moderata. Entrambi i rapporti dell’ISM hanno mostrato un calo dell’occupazione. Inoltre, il Dipartimento del Lavoro ha riportato che le offerte di lavoro in aprile sono diminuite più del previsto.

Inizia una nuova settimana ricca di eventi. Il prossimo Federal Open Market Committee si riunirà martedì e mercoledì. Sebbene i tassi di interesse dovrebbero rimanere stabili, gli investitori ascolteranno attentamente la conferenza stampa del presidente della Fed, Jerome Powell, per avere indicazioni sulle future politiche.

La decisione coinciderà con il CPI di maggio che verrà pubblicato mercoledì. Una nuova lettura del PPI sarà rilasciata invece giovedì.

 

  • TRIMESTRALI

10/06/2024: FCEL

11/06/2024: ORCL, PETS

12/06/2024: AVGO

13/06/2024: ADBE

14/06/2024: –

 

  • COSA FARE?

Il Nasdaq e l’S&P500 sono ai massimi storici, ma il breadth di mercato non è andato di pari passo con la performance degli indici, anzi.

In questa fase bisogna essere molto flessibili, sfruttando le opportunità, ma tagliando poi velocemente ciò che non funziona.

Continua a lavorare sulle watchlist.

PS:  hai ancora la possibilità di acquistare il biglietto per la Trend Positioning Growth Conference 2024.
I biglietti stanno andando letteralmente a ruba, quindi non perdere altro tempo! Clicca QUI

Per scoprire come rimanere sempre sincronizzato con l’azione del mercato, i temi, le industrie e i titoli leader non esitare a contattare senza impegno uno dei nostri consulenti al link QUI.

 

  • AZIONARIO USA

Chiusure settimanali:

S&P500: +1,32%

QQQ: +2,72%

MDY: -2,11%

Russell2000: -2,10%

 

 

  • TERMOMETRO TPRI

Il Fear&Greed Index scende a quota 45, indicando la neutralità come il sentiment prevalente. Una settimana fa il valore era pari a 48.

 

Divergenza $NAAR50 vs $COMP: diminuisce la percentuale di titoli che prezzano sopra la SMA50 rispetto alla settimana precedente, in divergenza con il rialzo dell’indice.

Put/Call Ratio= 0,99 (0,94) Indicatore contrarian che compara il numero totale delle put tradate giornalmente con quello delle call. Valori sopra 1.2 indicano possibili bottom, mentre valori estremamente bassi indicano l’accumulo di opzioni call da parte dei retail, e quindi una “eccessiva” euforia  con possibile ritracciamento in arrivo.   

CBOE Volatility Index: 12,22

 

⭕️ PERCENTUALE TITOLI > SMA200D 10/06/2024

La percentuale dei titoli S&P500 scambiati sopra la loro media mobile a 200 periodi è pari all’68,80%, sul Nasdaq100 il 61,00% dei titoli prezza sopra lo stesso indicatore, mentre sul NYSE la percentuale è pari al 65,10%.

 

⭕️ NUOVI MAX 52 SETTIMANE 10/06/2024

Di seguito i titoli che hanno creato un nuovo massimo a 52 settimane, e stanno sovraperformando l’indice di riferimento S&P500.

Questi titoli mostrano una forza relativa maggiore rispetto all’indice e vanno quindi seguiti con attenzione in un’ottica long.

 

EPI
INDA
NVDY
TDS
USM
BBY
BOOT
JWN
OSW
VITL
HCC
IBN
AGIO
NVAX
RVMD
VRTX
CXW
SKYW
SRCL
TROX
AMSC
COHR

 

 

⭕️ MARKET LEADERS 10/06/2024

HZO

GPCR

SRCL

 

⭕️ ASSET ALLOCATION E ANALISI SETTORIALE  10/06/2024

 

ASSET ALLOCATION

 

FORZA E MOMENTUM SETTORI S&P500

 

VALUE VS GROWTH

 

VALUE VS GROWTH (SIZE)

 

 

⭕️ WEEKLY PERFORMANCE SETTORI & TOP10 INDUSTRIE 10/06/2024

– Technology top sector con un RoC_5,D del +3,72%

– Energy bottom sector con un RoC_5,D pari a -3,97%

 

Analisi azioni: Top 10% Market Movers S&P500 07/06/2024

Iscriviti alla Newsletter

  • Azioni da tenere d’occhio
  • Analisi di mercato settimanali
  • Analisi dei temi più caldi del momento

Ottieni il tuo Bonus

Inserisci i dati qua sotto e
accedi al corso Trader Maximo

  • Perché NON devi essere un “risparmiatore” (e perché invece devi essere moralmente orgoglioso di speculare)
    Pagina 12
  • È possibile battere i mercati per noi comuni mortali? (Spoiler: il mercato è una media di titoli che hanno risultati diversi, quindi… almeno metà di quei titoli lo sta già battendo!!)
    Pagina 22
  • Perché NON ha alcun senso investire in ETF se vuoi sovra-performare il mercato
    Pagina 17
  • La differenza tra Value Stock e Growth Stock e perché devi tradare esclusivamente queste ultime se vuoi generare rendimenti da capogiro sui mercati.
    Pagina 160
  • L’incontro del tutto casuale che ha stravolto la mia vita da Trader
    Pagina 97
  • Come staccarti dal 99% dei trader che perde soldi a causa della natura umana
    Pagina 52
  • Trading e Psicologia: come governare l’emotività per gestire con freddezza siberiana le tue posizioni a mercato.
    Pagina 57
  • I 7 grandi errori da non commettere MAI quando fai trading (ci sei incappato anche tu, è quasi matematico: da adesso in poi non lo farai MAI PIÙ)
    Pagina 62
  • Perché l’Analisi Fondamentale fine a se stessa è “l’occasione sprecata” da sempre di tutto il trading
    Pagina 79
  • Il motivo per cui l’Analisi Tecnica (fine a se stessa) NON funziona (non è la stessa cosa se davanti al portiere ci vado io o Cristiano Ronaldo…)
    Pagina 91
  • I Mostri Sacri del Trading che mi hanno guidato nella creazione del Trend Positioning (non si tratta di Warren Buffet o Ray Dalio)
    Pagina 112
  • L’essenza del Trend Positioning: la “teoria del tutto” della comprensione dei mercati finanziari
    Pagina 146
  • Il protocollo R.A.P.T.OR: i 5 passi per scovare i titoli dal DNA esplosivo e tradarli al Top
    Pagina 148
  • Le 7 forze che consentono di mappare il DNA delle aziende che hanno il potenziale giusto per esplodere al rialzo e diventare degli outlier
    Pagina 149
  • Qual è l’unico ciclo di mercato in cui DEVI possedere i titoli azionari
    Pagina 144
  • Perché esistono i Pattern e come riconoscerli per comprare titoli pronti a decollare verso la Luna.
    Pagina 165
  • Come ho scovato ZOOM prima che fosse Zoom, con 6 mesi di anticipo sul resto del mondo.
    Pagina 357
  • Perché il mantra “investi su ciò che conosci” è l’errore numero uno di ogni trader.
    Pagina 157
  • Come riconoscere il trend e cavalcarlo fino alla fine, guadagnando rendimenti percentuali a tripla cifra.
    Pagina 164
  • Due parametri chiave per scartare i titoli spazzatura in pochi secondi.
    Pagina 187
  • La Forza Relativa: Il vantaggio più importante del Trend Positioner per riconoscere a colpo d’occhio i veri titoli leader di mercato (i così detti outlier).
    Pagina 158
  • Specific Buy Point – gli occhiali a raggi X per vedere quando gli operatori istituzionali hanno deciso di investire pesantemente in un titolo
    Pagina 188 e 372
  • Gli indicatori proprietari per ingressi a prova di scimmia. Con questi non puoi sbagliare.
    Pagina 370
  • Money Management: quanto capitale dedicare a ogni titolo azionario e come contenere il rischio di ogni singolo trade. Tradare le Growth Stock non è affatto più rischioso di altri investimenti.
    Pagina 195
  • I Segnali inequivocabili di vendita che URLANO quando devi uscire fuori dal mercato.
    Pagina 374
  • Cosa hanno in comune l’ossessione del più grande Marketer di tutti i tempi e i titoli che vogliamo mettere in portafoglio
    Pagina 207
  • La storia si ripete: entra nel “laboratorio analisi” del TPRI e impara a riconoscere il DNA degli outlier, con ben 68 casi reali
    Pagina 214